32 uva ad appassire

STREVI DOC: il Passito di Strevi, un Vino unico

8 novembre 2014

Chi dice che e’ sbagliato utilizzare un prodotto dolce per aperitivo non ha mai assaggiato lo STREVI doc” , parola di Federico Quaranta , il noto conduttore di Decanter e di Linea Verde Orizzonti che abbiamo avuto il privilegio e l’onore di avere a Strevi nella nostra azienda, la Casa Vinicola Marenco.

La trasmissione Linea Verde Orizzonti con Marenco protagonista sarà  in onda sabato 8 Novembre alle ore 10,30 su RAI 1.

L’interesse dei media ed in particolare di una emittente prestigiosa come RAI 1 per lo Strevi doc non è poi così sorprendente.

Strevi e’ un grazioso paese alle porte di Acqui Terme, in Piemonte, da sempre conosciuto per l’eccellenza del Moscato bianco, la stessa uva utilizzata per produrre l’Asti Spumante, vino molto conosciuto, specialmente all’estero.

Questa uva così preziosa viene prodotta nelle celebre Valle Bagnario di Strevi, nota anche come Valle degli Sceicchi, sulle colline dell’Alto Monferrato nei vigneti recentemente riconosciuti dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

Slow Food ha fatto dello Strevi doc un proprio Presidio perchè è davvero un vino unico, da preservare e valorizzare.

Alla Marenco lo facciamo cosi’: si colgono i grappoli quando sono perfettamente maturi e si mettono ad appassire sui graticci all’aperto durante il giorno, al riparo durante la notte per 40-60 giorni, in base all’andamento climatico.

Qui l’aria, il sole e lo scambio termico tra il giorno e la notte fa si’ che appassiscono tutti gli acini sino alla perdita di circa il 50% del peso iniziale e quando sono ben passiti vengono pressati in maniera soffice. Il mosto viene poi messo a fermentare con le vinacce private dei raspi e dei vinaccioli cosi’ da poter trarre il miglior colore e sapore.

La fermentazione e’ molto lenta e sviluppa da 13 a 14 gradi alcolici con un residuo zuccherino variabile dai 150 ai 180 grammi/litro.

Ai diversi travasi segue l’affinamento in piccole botti di legno per circa 12 mesi e 6 mesi in bottiglia.

Il nostro Marenco Strevi doc, Passri’ di Scrapona, dal nome del vigneto Scrapona appunto, presenta un bel colore giallo ambrato con riflessi dorati, sentori di frutta appassita, in particolare albicocca.

Al gusto e’ dolce ma non stucchevole perche’ equilibrato e intenso.

Buonissimo con i formaggi, a fine pasto, con i dolci, si puo’ abbinare anche a tutti gli stuzzichini, canape’ e tartine di aperitivo…ma anche da solo esprime tutta la sua eleganza. Assolutamente da provare !!!