Le persone sono il nostro patrimonio più grande

15 marzo 2016

1901749_723497334336988_546950185_n

I fratelli Mario e Antonio Moioli.

 

Chiacchierata con Antonio Moioli, residente ad Ardesio,  imprenditore Bergamasco, oggi in pensione.

– Signor Moioli, come e quando ha conosciuto la nostra Azienda?

Ho conosciuto l’Azienda Marenco nel 1961 tramite un conoscente, il signor Emilio Delaiti che ‘ già comperava il vino da voi. Siamo venuti a Strevi insieme la prima volta. Da allora tutti gli anni in primavera vengo in cantina a prendere il vino nuovo per la mia famiglia.

– Come valuta la qualità dei prodotti della Cantina Marenco?

Ottima !!! Sono ben 55 anni che acquistiamo il vostro vino. Apprezziamo soprattutto la genuinità del prodotto che è la cosa più importante. Ovviamente ci sono state vendemmie eccellenti ed altre meno pregiate. Questo perché il vino è un prodotto della natura e molto dipende dall’andamento climatico dell’annata.  La vostra azienda, prima con il nonno Michele ed il papà Giuseppe e dopo, con la generazione successiva, ha sempre mantenuto una impronta di serietà e di correttezza professionale che va al di là della semplice passione di produrre.

– Quale Vino acquista?

Principalmente acquisto Barbera, Dolcetto e Cortese. Uno dei miei Vini in bottiglia preferiti è sicuramente la Barbera d’Asti Ciresa, un vino importante, affinato in botti di legno.

– Quando consuma il Vino Marenco?

Durante i pasti. Le bottiglie più importanti come il Moscato o la Barbera Ciresa le tengo invece per le occasioni speciali e le stappo quando ci sono le feste e tutta la famiglia è riunita.

– Come valuta i prodotti della Cantina nel rapporto qualità/ prezzo?

Un ottimo rapporto qualità /prezzo, anche vedendo i prodotti concorrenti sul marcato, forse perché l’Azienda ha sempre mantenuto una struttura famigliare.

– Ha visto la marenco crescere e cambiare per oltre 50 anni. Cosa le piace di più della nostra azienda e quali consigli ci può dare.

Ho visto nascere le bottiglie della Marenco e quindi ho seguito i cambiamenti nel tempo. Dalle prime bottiglie degli anni ’60 ad oggi c’è stata una costante evoluzione per sfruttare al meglio le nuove tecnologie ed adeguarsi ai gusti dei consumatori. Mi piace molto l’etichetta con i Germani reali realizzata negli anni ’80 e ancora in uso. Anche i cartoni sono robusti e maneggevoli, il vetro ed i tappi sempre di prima qualità.

Ho sempre apprezzato molto la serietà, la disponibilità e la gentilezza che mi avete riservato e che penso concediate a tutti i Vostri clienti perché cercate di mantenere sempre un rapporto diretto con i consumatori.

– Raccomanderebbe il nostro vino ai suoi amici.

Certamente si’…come potrei no farlo? Cin cin e Salute !!!

Grazie signor Moioli per essere stato negli anni un cliente fedele!!!

Tag: